Salewa, un partner iridato

Da cinque anni l’azienda bolzanina di abbigliamento e attrezzatura per la montagna e l’outdoor è sponsor di Rock Master di Arco di Trento, anche attraverso la titolazione del premio al miglior climber della stagione. In occasione dei mondiali di arrampicata e boulder in programma nella località trentina Salewa riconferma il proprio sostegno all’evento che quest’anno assegnerà i titoli iridati.

Milano, 11 maggio 2011 – Ogni sport ha un luogo dove la disciplina è cresciuta ed è “diventata grande”, e per l’arrampicata europea questo territorio è Arco di Trento. Le montagne che circondano la parte settentrionale d el Lago di Garda sono state prima culla del movimento e poi vere e proprie palestre di roccia per numerosi climber. Ed è proprio qui che è nato Rock Master, l’evento mondiale che da oltre vent’anni attira i migliori interpreti dell’arrampicata sportiva e che in questo 2011 si trasforma in prova iridata. Infatti la federazione internazionale ha affidato alla località trentina l’organizzazione degli IFSC Climbing World Championship che andranno in scena dal 15 al 24 luglio.

Partner di Rock Master dal 2006, Salewa ha voluto confermare la propria presenza anche per i mondiali di arrampicata 2011, perché l’evento iridato rappresenta l’occasione dove incontrare il proprio pubblico. «Avere i campionati mondiali in Italia è un’opportunità che vogliamo cogliere per sottolineare ancora una volta la nostra vicinanza non solo territoriale al mondo dell’arrampicata – ha sottolineato Ruth Oberrauch, responsabile marketing di Salewa Italia – ma per mostrare quanto abbiamo sviluppato in termini di prodotto e abbigliamento per rispondere alle esigenze dei climber e di tutti coloro che vivono la montagna con grande passione».

Una missione che Salewa sostiene da oltre 75 anni e che l’ha portata nel 2006 a istituire il premio Salewa Rock Award nell’ambito dell’evento collaterale Arco Rock Legends che da cinque anni anima la manifestazione trentina, e che è diventato un premio Oscar dell’arrampicata assegnato al miglior climber su roccia dell’ultimo anno.

Tuttavia, Salewa non sarà presente unicamente come sponsor, ma ad Arco 2011 schiererà alcuni dei migliori interpreti internazionali della disciplina.

Alexandra Ladurner, il talento made in Alto Adige. Ha solo 19 anni ma Alexandra Ladurner è già considerata una stella dell’arrampicata nazionale e internazionale. L’atleta altoatesina, ha vinto lo scorso anno i Campionati del Mondo junior a Edimburgo in Scozia, ma già in passato aveva ottenuto ottimi risultati come l’argento ai mondiali del 2007 in Ecuador e il bronzo l’anno successivo in Australia. Passata nella categoria senior la giovane Alexandra è riuscita a raccogliere i primi successi, come il titolo nazionale nel boulder. Ad Arco la vedremo impegnata proprio in questa categoria.

Rustam Gelmanov, lo zar dell’arrampicata. Per chi nasce in una sperduta città del Kazakistan ai piedi delle montagne, è normale coltivare la passione dell’arrampicata, in tutte le sue espressioni. È ciò che è successo a Rustam Gelmanov, il ventiquattrenne astro nascente dell’arrampicata sportiva, che lo scorso anno ha conquistato il secondo posto nella gara boulder del Rock Master. È anche il primo russo ad aver scalato una via d’arrampicata sportiva di grado 9a (UIAA: XI).

Johanna Ernst, il simbolo della nuova generazione di climber. La diciannovenne tirolese vanta quattro titoli di campionessa austriaca, due primi posti nel campionato europeo giovanile e tre vittorie nel campionato mondiale per la stessa categoria e nel 2010 si è classificata seconda agli Europei di Arrampicata. Lo scorso anno non ha potuto partecipare alle gare di Rock Master a causa di un problema al polpaccio sinistro, la vedremo in azione quest’anno nella categoria Lead.

Anna Galliamova: talento poliedrico. Membro della nazionale russa di arrampicata dal 2005, è senza dubbio uno dei talenti più versatili dell’arrampicata agonistica. Anna è velocissima, unisce agilità e forza, come rivelano i risultati internazionali ottenuti nel bouldering: terzo posto nella World Cup 2010 a Monaco e finalista a Rock Master 2010. Ma la ventiquattrenne ha anche la tecnica e la resistenza necessarie per quella che forse è la disciplina più complessa dell’arrampicata agonistica. La World Cup 2010 di arrampicata su ghiaccio l’ha infatti vista primeggiare. Ad Arco si cimenterà sia nella categoria boulder che Lead.

Informazioni per il pubblico:
www.rockmaster.com
www.arco2011.it