Salewa: continua la crescita della divisione footwear nel segno del made in Italy

È alla fiera internazionale specializzata OutDoor di Friedrichshafen, nel 2006, che SALEWA ha presentato la sua prima collezione di calzature. Per il marchio altoatesino dedicato agli specialisti della montagna si è trattato dell‘ultimo tassello che ha permesso di diventare un punto di riferimento ormai sul mercato dando contemporaneamente vita ad una nuova avventura di successo. La scelta della location della Footwear Division non è casuale. La località indicata è Montebelluna, piccolo centro del nordest Italia, che si può tranquillamente definire la Silicon Valley per quanto concerne l‘industria calzaturiera. Basta considerare che nel 2005, quando effettivamente l‘unità prende vita, il “distretto calzaturiero” di Montebelluna vantava 368 aziende con 8.000 dipendenti. La mission risulta già chiara: costruire un centro di eccellenza capace di studiare e mettere in essere nuovi standard relativi alla calzatura di montagna. Tale ambizione permette di istituire un team formato dalle menti più brillanti del settore. «Fin dall‘inizio – spiega Mario Sartor, manager R&D – ci siamo posti tre obiettivi: innovazione, innovazione, innovazione». Seguendo tale linea guida si sono realizzate, sino ad oggi, scarpe da alpinismo e da trekking capaci di rispondere alle più svariate esigenze, nonché, per DYNAFIT, altro brand del gruppo SALEWA, scarponi da sci e – come ultima novità della collezione Summer 2012 – anche scarpe da alpine running, che stanno definendo nuovi standard nel mercato.

La storia di successo continua
Molto è accaduto da quando la divisione Footwear ha mosso i suoi primi passi. Nel settimo anno della sua esistenza l‘unità continua a brillare, offrendo dati sempre più positivi. Grazie ad un tasso medio di crescita annuale del 50%, il successo di tale attività sta assumendo contorni davvero stupefacenti. Il fatturato del 2011, per quanto concerne la produzione derivante dalla divisione, è stato di 30 milioni di Euro, con una vendita all‘incirca di 300.000 paia di scarpe. Numeri ancora più sensazionali se si pensa che, quando tale avventura è iniziata, il marchio SALEWA si è dovuto rapportare con un mercato già molto sviluppato e ricco di concorrenza. Ciononostante la volontà di innovare e l‘amore per la montagna sono risultati elementi utili per riuscire ad emergere e ad imporsi. La sintesi delle competenze di marchi come SALEWA e DYNAFIT e lo specifico knowhow industriale che si concentra a Montebelluna hanno di fatto rappresentato il segreto del seguente successo. Anche per l‘attuale anno fiscale il general manager di SALEWA Footwear, Antonio Dus, prevede una crescita costante, che andrebbe a rappresentare una tendenza in contrasto con quanto sta accadendo nel distretto di Montebelluna, dove è la crisi a prevalere. «Le fabbriche di calzature concentrate a Montebelluna – analizza Antonio Dus – stanno attraversando un momento difficile. Molti marchi sono alle prese con un calo nelle vendite, che porta loro ad adottare misure d‘austerità e dolorose riduzioni del personale. Come SALEWA, invece, siamo ottimisti per quello che potrà accadere nel 2012 e ci aspettiamo un‘ulteriore crescita, stimata attorno al 30%». Per Dus, che a Montebelluna ha costituito un team di 20 persone, i buoni risultati sono la diretta conseguenza di strategie coerenti, qualità dei prodotti, tempi di consegna certi e totale affidabilità dell‘unità. 

Innovare con il proprio carattere
Il successo sul mercato ottenuto dai modelli dei marchi SALEWA e DYNAFIT è l‘esempio migliore che avvalla il corso intrapreso sette anni fa dai fondatori della divisione Footwear. Anche per il prossimo futuro la linea guida rimarrà sempre la medesima, ossia proporsi con un‘unità capace di innovare. Antonio Dus crede che questa strada possa rappresentare uno stimolo ulteriore per l‘intera area produttiva di Montebelluna. «La grande esperienza e le conoscenze che in quest‘area si concentrano – afferma Dus – possono costituire le condizioni ideali perché Montebelluna non sia solo un luogo di produzione ma diventi un centro di rifermento anche per lo sviluppo e l‘innovazione».

DUE STORIE DI SUCCESSO
Per SALEWA il titolo di “Approach” specialist
Per quale motivo le scarpe SALEWA hanno così tanto successo? Antonio Dus descrive la filosofia del prodotto. „Se noi decidiamo di realizzare una calzatura il primo pensiero che dobbiamo avere è il benessere del consumatore. Partendo da questo elemento di base ci concentriamo poi su ogni singolo dettaglio che possa essere utile per raggiungere il massimo del comfort possibile, con una garanzia di camminata al 100% senza vesciche, come dice il nostro claim “blisterfree”. Il risultato che ci prefiggiamo è sostanzialmente quello di creare sì una scarpa tecnica, la quale però deve essere in grado di garantire la comodità di una calzatura per l‘uso quotidiano”. Per questo motivo il prodotto finale è sempre una calzatura che, grazie ad uno studio appositamente mirato al suo utilizzo in montagna, riesce ad avere una specificità assoluta per l‘attività in alta quota. Un elemento inconfondibile, che caratterizza le calzature prodotte dal marchio SALEWA, è poi il 3FSystem, ovvero un elemento unico che consente, allo stesso tempo, flessibilità, protezione della caviglia e precisione di camminata. Esso è alla base anche della scarpa Firetail.

La divisione Footwear lavora anche per lo sviluppo del marchio DYNAFIT
Nello sviluppo della divisione, non meno successo sta riscuotendo il lavoro programmatico sugli scarponi da sci e su una ristretta collezione di scarpe per il alpine running di DYNAFIT. Il mar chio, specialista dello sci, fa parte del gruppo SALEWA dal 2003 e, negli ultimi anni, ha beneficiato anch‘esso delle innovazioni sviluppate dalla divisione Footwear. DYNAFIT ha potuto raggiungere nuovi standard in termini di tecnologia e novità, che si sono tramutati in risultati economici importanti, costituiti dall‘incremento della quota di mercato occupata, attestata al 7% nel 2006 ed ora giunta sino ad un terzo del mercato internazionale dello scarpone da sci.  Da quest‘anno, poi, DYNAFIT ha mosso i suoi primi passi anche nella calzatura estiva, presentandosi al pubblico con il modello MS Feline Superlight, scarpa alla base di una nuova collezione altamente tecnica per gli amanti della corsa in montagna. Gli sviluppatori di tale modello sono riusciti a concentrare tutte le loro competenze alpine, unendo i know-how sviluppati per i modelli da arrampicata, corsa e sci, nonché collaborando in stretta relazione con gli atleti, per riuscire infine in un prodotto unico.