Salewa: Christoph Hainz a Bevera di Sirtori (LC) per incontrare gli appassionati dell’alta quota


Appuntamento a Bevera di Sirtori per gli appassionati di montagna ed esperienze in alta quota. Il punto vendita Sport Specialist ospiterà infatti domani sera, a partire dalle ore 20.15, il racconto per

parole e immagini delle imprese alpinistiche più avvincenti dell’alpinista Christoph Hainz. 450 posti a sedere e tre maxi schermi per godersi fino in fondo un entusiasmante racconto sportivo.

L’atleta altoatesino, classe 62, è più di un semplice alpinista allround. La rosa delle sue grandi prestazioni, assieme alla costanza con cui le porta a termine, spiega la sua posizione di spicco nel mondo dell’alpinismo a livello internazionale. Il suo grande punto di forza: la modestia. Reinhold Messner non tenta nemmeno di trovare una definizione adatta per Hainz, ma si ‘limita’ a dire che si tratta dl un “alpinismo mai visto prima”.

Christoph Hainz ha iniziato presto a respirare aria di montagna. Infatti l’altoatesino ha passato la sua infanzia su un maso a 1500 metri di altitudine. Dove per quasi 20 anni ha scorrazzato senza prestare particolare attenzione alle vette circostanti o lontane. Dopo il suo primo incontro “voluto” con la montagna però sono bastati otto anni a convincerlo ad abbandonare la sua professione, e i primi grandi risultati non si sono fatti attendere. Una vicenda professionale iniziata nel 1987 con la prima ascensione del “Waldepfeiler” (V+/Vll-) sul Mur des Pisciadu/ dimostra la grande passione istintiva per la montagna di Christoph Hainz, che poi lo avrebbe portato a completare oltre 2000 vie, tra cui arrampicate in roccia &Mac222;no al X- (“Symphonie de liberté”, parete nord dell’Eiger, 2000), vie miste &Mac222;no all’M10+ ("Misch ich &Mac222;x”, Val di Landro, 2005) e oltre 20 arrampicate in solitaria con livello di difficoltà compreso tra VI e VII. Accanto alla prima ascensione del pilastro nord sullo Shivling (VII, WI 4) in lndia assieme a Hans Kammerlander. Hainz ha ottenuto grandi successi anche da solo. Nel 1994 ha stabilito i record di velocità nell’ascensione solitaria del Fitz Roy in Patagonia, e nell’inverno del 1997 in sole otto ore ha scalato in solitaria la Superdirettissima della parete nord della Cima Grande delle tre Cime di Lavaredo. Nel 2003 ha ottenuto una nuova grande performance in solitaria superando in sole quattro ore e mezza la via Heckmair sulla parete nord dell’Eiger Sulla stessa montagna, nel 2007, ha aperto la via “Magic Mushroom” (21 SL IX).

Hainz è anche un profondo conoscitore delle Dolomiti, un abilissimo scialpinista e una persona simpatica e alla mano. Impossibile non sorridere alle sue serate, che affiancano al racconto per parole, filmati e fotografie di altissimo livello, grazie alla collaborazione con SALEWA, ti cui è l’atleta di punta.

Per maggiori informazioni: www.salewa.it

PUNTO VENDITA SPORT SPECIALIST
Strada provinciale per Oggiono – località Bevera di Sirtori
Giovedì 17 giugno
dalle ore 20.15
Ingresso libero