Il ceco Adam Ondra fa poker nel SALEWA Rock Award

«Primo 9b+ al mondo, la via più difficile del pianeta terra. Seguito poi un paio di mesi più tardi da un secondo 9b+. Le vie più difficile sono tutte sue». Nella motivazione della giuria c’è tutta l’essenza di Adam Ondra, l’atleta della Repubblica Ceca che si è aggiudicato il suo quarto SALEWA Rock Award. Un poker di vittorie per il climber che annovera fra le sue imprese sportive svariati 8c+ a vista e persino un 9a flash.

Alla presenza di un folto ed emozionato pubblico è andato in scena ieri sera Arco Rock Legends magistralmente condotto da Kay Rush, l’evento collaterale che da otto anni arricchisce il Rock Master Festival, un’occasione per assegnare quelli che da tutti vengono ormai riconosciuti come gli Oscar dell’arrampicata.

A consegnare il SALEWA Rock Award un emozionato Roger Schaeli, il climber svizzero atleta di punta del SALEWA alpineXtream Team: «Sono orgoglioso di essere qui oggi come rappresentante dell’azienda per premiare questi ragazzi che sono per me, e per tutto il panorama dell’arrampicata mondiale, un punto di riferimento importante – commenta Roger – io sono soprattutto un alpinista e quando mi devo confrontare con la roccia traggo esempio e ispirazione proprio dalle loro imprese». Lo svizzero è stato ancora più felice di premiare Adam Ondra per il rapporto di amicizia personale che lega i due atleti.

L’elenco delle nomination da cui è emerso Ondra è stato davvero stellare, durante la serata al suo fianco sedevano l’inglese Steve McClure – nel corso dell’ultimo decennio tutte le vie più difficile d’Inghilterra sono state ideate e liberate da “Strong Steve” – il tedesco Alexander Megos, primo 9a a vista mondiale e l’americano Chris Sharma, quattro nomination per lui e già una volta vincitore del SALEWA Rock Award.

La giuria internazionale composta da un pool di riviste specializzate ha assegnato ieri sera anche Il premio La Sportiva Competition Award, andato alla slovena Mina Markovic: vincitrice della Coppa del Mondo Lead (per la 2° volta), 4° nella Coppa del Mondo Boulder, 1° nella combinata della Coppa del Mondo (Lead+Boulder). Inoltre quest’anno la giuria, per la prima volta nella storia, ha voluto assegnare il prestigioso Climbing Ambassador By Aquafil, in un eccezionale gesto simbolico, a tutti i paraclimbers e, in generale, al movimento del Paraclimbing.

INFO: www.rockmasterfestival.com