Fischio di rigore in verticale: Salewa gioca per l’UNICEF

Due le squadre a sfidarsi in parete tra le corde: Massimo Moretti (Presidente Comitato Organizzatore), Marco Ballerini (Ten.Col. Carabinieri), Guido Colace (Responsabile Sicurezza IVECO), Luca Dragoni (Responsabile Marketing SALEWA) e i due rappresentanti della Scuola Rocciatori Carabinieri di Selva Val Gardena e Rocciatori Truppe Alpine. La partita è terminata sullo 0 a 0, in perfetta parità. Lo spettacolo è continuato con l’esibizione in parete dei militari della Scuola Rocciatori Carabinieri di Selva Val Gardena, dei Rocciatori Truppe Alpine e dei padroni di casa, gli atleti SALEWA, tra cui la giovanissima Andrea Pruenster. La serata si è poi conclusa direttamente nell’headquarter aziendale con un ricco buffet e la premiazione del Trofeo Internazionale Interforze.
Niente coppe e medaglie, ad ogni partecipante è stato regalato un moschettone, quasi a voler ricordare le origini di SALEWA, così come particolarmente originali erano i premi consegnati alle squadre vincitrici consistenti in blocchi di roccia dolomitica con le targhe incise.

Inoltre, per l’occasione SALEWA ha omaggiato l’associazione di 100 magliette che sono state vendute durante la serata. Il ricavato è stato interamente devoluto all’UNICEF, a sostegno dei bambini vittime della guerra. Una delle magliette è stata regalata anche al vicesindaco di Bolzano, Klaus Ladinser, durante la conferenza stampa svoltasi presso la Sala della Giunta Comune.

«Mai prima d’ora si erano visti a Bolzano calciatori appesi ad una corda intenti a sfidarsi lungo un campo da gioco verticale – afferma Luca Dragoni, responsabile marketing SALEWA – Siamo particolarmente orgogliosi di aver potuto contribuire concretamente a questa importante iniziativa in cui solidarietà e sport hanno dato origine ad uno spettacolo davvero suggestivo e unico al SALEWA Headquarter. Un ringraziamento particolare a Massimo Moretti dell’Associazione Nazionale Carabinieri».