Petzl Legend Tour Italia fa tappa ad Arco e la Valle del Sarca

Nella sua quarta puntata il Petzl Legend Tour Italia fa tappa ad Arco e la Valle del Sarca, con Maurizio Zanolla Manolo, Rolando Larcher, Mauro Mabboni e Marco Curti

Nella sua quarta puntata il Petzl Legend Tour Italia fa tappa ad Arco e la Valle del Sarca, con Maurizio Zanolla Manolo, Rolando Larcher, Mauro Mabboni e Marco Curti

Il Petzl Legend Tour, il nostro viaggio alla ricerca dell’anima verticale racchiusa nella storia dell’arrampicata sportiva Italiana, nella sua quarta puntata fa tappa ad Arco e nella Valle del Sarca e noi non potevamo scegliere luogo migliore per la Première del docuFilm, che sarà online sul canale Youtube di Petzl il prossimo settembre, della sala affrescata di Palazzo Marchetti che si affaccia sull’omonima piazza nel cuore di Arco; una sala piccola ma carica di storia, animata per una sera dalle belle vibrazioni che il pubblico ha saputo cogliere e regalarci a sua volta.

È stata una serata magica perché tanti dei protagonisti della puntata hanno deciso di esserci, Maurizio Zanolla “Manolo”, Rolando Larcher, Mauro Mabboni, Marco Curti “zio Tibia”, Angelo Seneci. Tra le fila del pubblico c’era anche il presidente della Fasi Davide Battistella e c’erano soprattutto tanti giovanissimi atleti della Nazionale Italiana d’Arrampicata Sportiva insieme poi all’assessore alla cultura del Comune di Arco Guido Trebo.

La Primissima del Petzl Legend Tour al Palazzo Marchetti che si affaccia sull’omonima piazza nel cuore di Arco

La Primissima del Petzl Legend Tour al Palazzo Marchetti che si affaccia sull’omonima piazza nel cuore di Arco

Oggi Arco è una delle mecche dell’arrampicata sportiva a livello mondiale, con questo Docufilm abbiamo provato ad immaginare e rivivere questi luoghi ai suoi albori, pareti vergini e un territorio sconfinato da esplorare.

La marca distintiva di questa puntata è di sicuro la passione senza grado e senza tempo che abbiamo respirato grazie ad alcuni dei protagonisti verticali di questi luoghi, grazie a loro vi abbiamo potuto raccontare una storia di scoperta, la scoperta del Verdon Italiano che si svela agli occhi dei primi arrampicatori che arrivano in questa valle e che vengono rapiti dal mare di roccia che abbraccia Arco fino al Lago di Garda; è una storia di amicizia, ma anche di umane rivalità, una storia di passione che brucia oggi con lo stesso ardore negli occhi dei suoi protagonisti. Ad Arco non solo si scrive uno dei capitoli fondamentali della storia dell’Arrampicata sportiva, qui nascono anche le prime gare, nasce Il Rock Master e con esso l’agonismo e l’idea di allenarsi per le competizioni.

È stata una serata magica perché tanti dei protagonisti della puntata hanno deciso di esserci, Maurizio Zanolla “Manolo”, Rolando Larcher, Mauro Mabboni, Marco Curti “zio Tibia”, Angelo Seneci. Tra le fila del pubblico c’era anche il presidente della Fasi Davide Battistella e c’erano soprattutto tanti giovanissimi atleti della Nazionale Italiana d’Arrampicata Sportiva insieme poi all’assessore alla cultura del Comune di Arco Guido Trebo.

È stata una serata magica perché tanti dei protagonisti della puntata hanno deciso di esserci, Maurizio Zanolla “Manolo”, Rolando Larcher, Mauro Mabboni, Marco Curti “zio Tibia”, Angelo Seneci. Tra le fila del pubblico c’era anche il presidente della Fasi Davide Battistella e c’erano soprattutto tanti giovanissimi atleti della Nazionale Italiana d’Arrampicata Sportiva insieme poi all’assessore alla cultura del Comune di Arco Guido Trebo.

Un racconto che non ha la pretesa di essere esaustivo.

Il filo rosso che abbiamo intrecciato e seguito si nutre solo del desiderio di far rivivere qualche frammento di una storia che è davvero un peccato vada perduta e di proporre vie d’arrampicata sportiva magari dimenticate di certo alla porta di tanti appassionati di questo sport.

Laura Giunta

Laura Giunta

L’obbiettivo del nostro lavoro è quello di far rivivere lo spirito di scoperta che animava i climber degli anni ottanta, quello spirito che ha fatto nascere l’idea de viaggio come scelta di vita, per ricordare a chi si affaccia a questo sport oggi, arrivando magari dalle palestre, che l’arrampicata sportiva nasce come stile di vita prima ancora che come uno sport e porta con sé uno stile di vita appunto fatto di rispetto per la natura, per le falesie che sono un tempio e come tali devono essere curate e amate. Lo ricordava Roberto Bassi, colui che ha segnato la “via” e ci ha insegnato a meravigliarci ogni volta d fronte alla bellezza delle pareti che incorniciano questa valle, nella prima guida di questi luoghi “Arrampicare in Valle del Sarca sul bianco calcare di Arco e dintorni” e vogliamo che questo suo messaggio sia un monito per tutti gli arrampicatori che qui verranno a rivivere la magia delle falesie e dei tramonti di Arco.

Info: www.petzl.com

Durante la la première del docufilm Petzl Legend Tour dedicato ad Arco, alla Valle del Sarca ed ai suoi protagonisti verticali

Durante la la première del docufilm Petzl Legend Tour dedicato ad Arco, alla Valle del Sarca ed ai suoi protagonisti verticali