L’agonismo e cinema al raduno romano di boulderisti promosso da Ecole Verticale

Magnesite e videocamere, muscoli e creatività si sono dati appuntamento domenica 30 marzo alla palestra Ecole Verticale per la tappa conclusiva della quarta edizione dell’unica rassegna internazionale di cortometraggi dedicata al bouldering.
 
A conclusione della gara sportiva  Bleausard Contest conquistata da Andrea Latini, si è tenuta l’ultima tappa del tour del Roma Bouldering Film Festival che, lo scorso marzo, è approdato a Sassari, Torino, L’Aquila con le proiezioni dei 6 filmati finalisti.
 
Brillante e ironico, “Il favoloso mondo di Idoletto” è il cortometraggio vincitore realizzato dall’arrampicatore umbro Angelo Apolloni.  Graffiante narrazione con tocchi surreali, di una combriccola di bizzarri ma umani arrampicatori che trascorrono una giornata a spellarsi le mani sui massi della splendida faggeta di Soriano.
 
Menzione speciale per la regia a “Pizza Pop” di Lucas Preti. Il corto si distingue per una sapiente e professionale ricerca estetica delle inquadrature mai banali e l’ottima fotografia degli scenari lunari dell’Arizona. La giuria ha apprezzato il valore documentario del film che raffigura con efficacia la spettacolarità del bouldering.
 
I corti selezionati in questa edizione sono Volare di Marco Turco,  Istinto Primordiale di Raffaele Adiuturi, 200” di Fiorino Moretti, Dove finisce la terra di Marzio Nardi.

La giuria del Roma Bouldering Film Festival è stata presieduta da Andrea Di Bari.

Appuntamento a novembre 2008 per la quinta edizione.
www.romaboulderingfilmfestival.it