La Sportiva North America aderisce a The Conservation Alliance

Dopo le certificazioni ISO e la membership Bluesign della casa madre italiana, la divisione americana "La Sportiva North America" compie un ulteriore passo verso la sostenibilità.

“Il nostro business si basa su ambienti incontaminati dove praticare attività outdoor”, afferma Jonathan Lantz, presidente di La Sportiva North America. “Siamo quindi orgogliosi di unirci agli altri marchi outdoor che sostengono The Conservation Alliance e che mirano a proteggere e salvaguardare i luoghi in cui amiamo praticare attività all’aria aperta. È un contributo importante e siamo sicuri sarà ben speso.”

La Sportiva si aggiunge alle 185 aziende associate che compongono The Conservation Alliance, che nel 2012 ha erogato 1,3 milioni di dollari in borse di studio a gruppi di lavoro impegnati nella protezione dell’ambiente. Fin dalla sua istituzione, nel 1989, The Conservation Alliance ha sostenuto con più di 11,2 milioni di dollari numerose associazioni distribuite in tutto il Nord America, contribuendo a salvare più di 42 milioni di ettari di terre incolte; proteggere 2.748 miglia di fiumi, interrompere o rimuovere 25 dighe; istituire cinque riserve marine; rilevare nove aree di arrampicata.

Oltre a The Conservation Alliance, La Sportiva partecipa attivamente all’Outdoor Industry Association e alla Renewable Choice Energy. Per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale del sistema industriale, La Sportiva è costantemente alla ricerca di nuove tecnologie e materiali che consentano di ottenere le migliori calzature e i migliori capi con la minima quantità di energia, risorse e acqua. La Sportiva è inoltre certificata ISO 9001, ISO 14000, ed è partner Bluesign.