UP2 e Grivel: l’avventura prosegue!

Si è appena conclusa la prima parte del secondo viaggio di UP Project in Patagonia. Due gruppi di alpinisti: Il primo  coordinato da Luca Maspes, ideatore di Up Project era composto  dall’altoatesino Kurt Aster, dal bergamasco Yuri Parimbelli e dal giovane valtellinese Elia Andreola. Il secondo team è composto dal valdostano Hervé Barmasse, da Giovanni Ongaro, Lorenzo Lanfranchi e Matteo Bernasconi. Obiettivo del primo team era la risoluzione dell’ancora inviolata parete Nordovest del Cerro Piergiorgio, tra i più evidenti e difficili problemi alpinistici di queste zone.

Un mese il tempo a disposizione per cercare quei 5 o 6 giorni di bel tempo necessari per la scalata di una parete di roccia così alta (circa 1000 metri verticali) ed estremamente difficile. Dopo un percorso di avvicinamento molto complesso, il primo inconveniente della spedizione sono state le condizioni molto secche dei ghiacciai e la mancanza di neve nel canale di avvicinamento, così che il campo base è stato preparato con due tende alla base del canale e non, come auspicato prima di partire, in una più comoda e riparata truna nella neve alla base delle rocce. Il tentativo di scalata della parete ha sfruttato i primi e ed unici 3 giorni di bel tempo disponibili nelle prime due settimane del mese di febbraio. 

Dopo un tentativo lungo l’incompiuta  via “Gringos Locos” nella giornata di lunedì 20 febbraio, un grave incidente ha precluso la possibilità di proseguire nella scalata del Piergiorgio infatti mentre Barmasse, Astner e Parimbelli si trovavano in parete, una frana di grandi massi durata più di un minuto, è partita da una cengia sotto la parete ed è rovinata a valle per circa 300 metri, investendo Maspes che si trovava su una cengia poco distante dal campo base per filmare il team in parete e Andreola che è rimasto illeso Luca, con sua grande fortuna ha riportato solo una serie di contusioni e ferite. Il team in parete, visto l’accaduto e con la preoccupazione per la sorte dei compagni, si è calato lungo la via e dopo circa 4 ore ha raggiunto il campo, Maspes è stato portato a Chaltén dove è stato medicato nel piccolo ospedale di questo paese.

Prima di rientrare in Italia  Kurt Astner e Yuri Parimbelli, e hanno attaccato lo Sperone Nordovest dell’Aguja Guillaumet per ripetere la classica via “Fonrouge” (diff. fino al 6b). Nello stesso giorno la cordata di Hervé Barmasse ed Elia Andreola ha ripetuto sempre sulla stessa cima la via “Brenner” (diff. fino al 6a+/6b). Due salite veloci con un arrivo delle due cordate sulla cima della Guillaumet in contemporanea. Qualche giorno dopo Barmasse, Parimbelli e Andreola hanno salito l’Aguja Poincenot, dopo aver  raggiunto la base della parete  sono riusciti a scalare rapidamente la via “Whillans” di questa cima. Una salita rapida e portata a termine senza problemi.

E adesso occhi puntati sul San Lorenzo per la seconda parte del Trip Two, con il diario su www.montagna.tv La nuova banda di UP si trova già al campo base di questa montagna.