Un team Grivel corre il XV Trofeo Mezzalama

I membri americani del team Grivel (Mark Twight e Dylan Freed) sono arrivati in Italia per partecipare al trofeo Mezzalama con Matteo Giglio,alpinista valdostano, guida alpina e campione di sci nordico. Entrambi gli americani sono entusiasti di partecipare alla più antica gara di sci d’alpinismo nel mondo.

Mark Twight, 43 anni, ha partecipato alla sua prima gara di sci d’alpinismo nel 2004. Mark è arrivato a questa disciplina dall’alpinismo, ed il Mezzalama, che è la più estrema di tutte le gare di sci d’alpinismo europee rappresenta per lui la maggior attrattiva.

Twight: “In Nord America abbiamo alcune piccole gare di sci randonnée che sono come le gare di sci d’alpinismo ma senza la componente “alta montagna”. Queste gare si svolgono principalmente sulle piste da sci. Per partecipare viene richiesta un’ottima preparazione atletica ma non è necessaria una preparazione tecnica/alpinistica, infatti si svolgono su un terreno battuto, tutto ciò è molto diverso dalle vostre creste montane. Io desidero correre in Europa perché lo sci d’alpinismo è un’evoluzione dell’alpinismo mentre in America è un’evoluzione dello sci.

Dylan e Mark hanno deciso di partecipare al Mezzalama perché sanno che ci saranno i migliori concorrenti europei e ci sarà molto da imparare da loro. A Mark piacerebbe molto organizzare gare simili negli Stati Uniti, per raggiungere quest’obiettivo è estremamente importante comprendere a fondo questi eventi. Twight dichiara: “Siamo entrambi sbalorditi dalla storia dell’alpinismo e dello sci delle Alpi. Non abbiamo nulla di simile nella nostra giovane nazione. Voglio sciare il sentiero che Giusto Gervasutti ha percorso e voglio provare ad immaginare cosa doveva essere attraversare le montagne a quel tempo.

Il trofeo Mezzalama si presenta come una sfida tecnica di alto livello che dura un lungo giorno. Richiede capacità ed esperienza in diverse discipline: sci, alpinismo,adattamento all’altitudine e grande lavoro di team. Mark parteciperà alla gara con suo nipote Dylan che non ha mai visto le Alpi e con Matteo Giglio. Dylan Freed, che viene da Salt Lake City, è il più giovane concorrente di questa edizione.

Twight riassume le intenzioni del team Grivel quando dice: “portiamo rispetto al Mezzalama, alle montagne e a tutti gli altri partecipanti. Verremo con umiltà e mente aperta. Vorrei raggiungere il Col du Breithorn in 2h e 30m e vorrei finire. Qualsiasi cosa in più sarà un regalo”.