Sulle orme dei grandi esploratori

Le guide alpine valdostane Ezio Marlier ed Hervé Barmasse, con spirito da pionieri, partiranno il 3 giugno insieme a Luca Maspes “Rampikino” e a Maurizio Giordani alla volta del Pakistan. Destinazione la zona del Saltoro e del Kondus. Quest’area, a lungo coinvolta nel conflitto indo-pakistano, per anni è stata inaccessibile. Ora è stata riaperta al turismo. Sono valli e cime sconosciute di cui si sa molto poco e la documentazione è scarsissima. Pareti di roccia e ghiaccio che si innalzano verso il cielo. Cime di 7.000 metri ancora inviolate, ancora senza nome. Partenza dall’Italia alla volta di Islamabad, via Skardus, direzione Karma Ding, il piccolo paesino da cui dipartono le valli del Kondus e del Saltoro, ritorno previsto per l’11 luglio.
14 maggio 2004 ore 17.30 presso la Grivel Conferenza stampa di presentazione del progetto.

I componenti della spedizione:

Ezio Marlier: guida alpina valdostana, nato ad Aosta il 31.01.1966. E’entrato nella leggenda dell’arrampicata su ghiaccio. La firma di Ezio è incollata su centinaia di stalattiti ghiacciate dall’Europa, al Canada e Stati Uniti. Arrampicare con Ezio sulle cascate di ghiaccio valdostane è ciò che chiede qualunque alpinista che passa da queste parti, non importa da quale parte del mondo arrivi. Ezio è sempre disponibile ed ospitale, accoglie tutti: russi, americani, canadesi, koreani….è diventato un punto di riferimento del mondo della montagna Alpinista completo, spazia dalla falesia alle grandi vie dell’intero arco alpino, aprendo molte vie nuove in stili differenti spesso in cordata con i grandi nomi dell’alpinismo. Predilige le nuove aperture, ed è alla sua prima esperienza sulle montagne del Karakorum.

Hervé Barmasse: guida alpina valdostana, nato ad Aosta il 21.12.1977, appartiene alla Società delle Guide del Cervino è figlio del grande Marco Barmasse, che gli ha trasmesso l’amore per la montagna intesa nel modo più appassionato e consapevole. Insieme padre e figlio hanno compiuto diverse imprese alpine, ed hanno partecipato ad una spedizione sciistica sul Cho Oyu. Giovanissimo, e’ uno degli astri nascenti dell’alpinismo nelle alpi occidentali, spaziando dalla roccia alle linee fantasma di ghiaccio, ha aperto nuove vie sul Cervino e nell’intero arco alpino e ha ripetuto le salite più difficili e famose.
Ama profondamente la montagna e vorrebbe trasmettere la sua passione al resto del mondo, per questo ha organizzato alcune iniziative di grande successo, come portare la nazionale dei nuotatori sul Cervino.

Maurizio Giordani:guida alpina trentina, è una delle icone dell’alpinismo esplorativo Italiano. E’ impossibile elencare le salite effettuate da questo grande alpinista. Sempre alla ricerca di luoghi nuovi e selvaggi, dove esportare la sua filosofia dell’arrampicata, ha al suo attivo molte spedizioni in Patagonia, India, Pakistan, Africa.

Luca Maspes “Rampikino”: guida alpina Valtellinese. E’ una delle voci croniste dell’alpinismo italiano, i suoi lavori vanno dalle riviste specializzate ai siti web. Ultimamente si dedica anche al video. Alpinista a 360°, spazia dal boulder alle grandi pareti inviolate, ha salito molte vie nuove, dalle Alpi al Karakoroum zona dove al suo attivo risultano 8 difficili prime su montagne inviolate fino ai 6000 mt di quota.

Giovanni Pagnoncelli: fotografo e reporter, nonché alpinista con una particolare predilezione per l’arrampicata su ghiaccio. E’ alla sua prima esperienza extraeuropea e cercherà di portare in Italia le immagini dello sconosciuto mondo di rocce e ghiacci del Kondus e del Saltoro.