Nanga Parbat per Mondinelli

Il 20 luglio ore 8.45 locali Silvio Mondinelli, Edurne Pasaban ed altri 2 alpinisti hanno raggiunto la vetta del Nanga Parbat.

Alle loro spalle non poteva mancare Ferrino!!

Dopo la cima comincia la discesa, nella quale Gnaro, Edurne e compagni saranno impegnati per molte ore, una delle fasi più critiche di ogni impresa alpinistica.

I dettagli al rientro al CB.

Dal diario di Gnaro:
19.07.05 – RAGGIUNTO Campo IV Domenica mattina all’alba abbiamo lasciato il CB per raggiungere il CII. Risalendo, abbiamo visto che al CI alcune tende sono state spazzate via da una grossa valanga scesa nei giorni scorsi. Sull’affilata cresta, siamo stati in 28 a trascorrere il pomeriggio e la nottata pigiati nelle piccole tende, piazzate in precedenza.

Il tempo è buono, anche le temperature sono relativamente elevate. Il giorno seguente la carovana di alpinisti si è spostata. Uno spagnolo ci ha informato che una valanga ha distrutto il CIV; anche il gruppo di Carlos ha optato per fare tappa al CIII, posizionato a 6.500 metri circa, sopra la cresta e sotto un seracco.

Stamattina, alle prime luci dell’alba, curvi sotto il peso degli zaini carichi di materiale, siamo saliti verso il luogo dove avevamo deciso di installare il CIV. Dopo un estenuante lavoro di preparazione delle piazzole, abbiamo montato le tende del CIV, a 7.050 metri di quota, sotto la piramide prima della vetta.

Il tempo è buono, anche se le forti escursioni termiche rendono le giornate più faticose: in tenda di giorno fa caldissimo, mentre la notte la temperatura scende abbondantemente sotto lo zero. Comunque siamo pronti per l’attacco finale; dopo aver consumato un pasto frugale, ciascuno tenterà di riposare nel proprio sacco a pelo, aspettando l’alba.

Il tratto di salita ancora da percorrere non è certamente privo di difficoltà; speriamo che non si frappongano altri intoppi fra noi e la vetta.

Inshallah.
Gnaro

Per maggiori info:
http://www.gnaromondinelli.it/
http://www.edurnepasaban.net/