Manaslu, Alex Txikon pronto alla partenza!

L'alpinista spagnolo Alex Txikon è pronto a partire per il Manaslu, e Ferrino con lui. © Diego Martinez

L’alpinista spagnolo Alex Txikon è pronto a partire per il Manaslu, e Ferrino con lui. © Diego Martinez

Lo scalatore basco sta ultimando i preparativi prima di volare verso il Nepal, dove tenterà la scalata del Manaslu in invernale. Per Alex è la seconda volta.

Dopo l’annuncio di qualche mese fa, è finalmente arrivato il momento di partire; con Alex ci saranno i compagni della precedente spedizione: Simone Moro, Iñaki Alvarez, e l’attrezzatura Ferrino. Anche quest’anno, infatti, saremo al fianco di Txikon nel freddo inverno himalayano, per una spedizione in linea con i nostri ideali e la nostra storia, da sempre legata all’alpinismo invernale e ai nomi più autorevoli della montagna.

“Siamo orgogliosi di essere anche quest’anno al fianco di Alex e compagni con tende e zaini progettati per resistere alle condizioni climatiche più estreme e supportarli nel rendere possibile questa impresa” Anna Ferrino, Ceo Ferrino & c. Spa.

2020/2021, una stagione sfortunata

L’inverno 2020/2021 ha visto Alex Txikon, Iñaki Alvarez e Simone Moro spendere ogni energia nel tentativo di portare a casa la vetta, ma purtroppo il meteo instabile ha stravolto i piani degli scalatori. Non sono state tanto le precipitazioni nevose a cambiare le carte in tavola, quanto le violente raffiche di vento che dopo l’arrivo degli alpinisti al campo base, il 12 gennaio 2021, hanno fermato ogni tentativo di salita verso l’alto. A complicare la situazione, oltre alle condizioni metereologiche impraticabili, si è aggiunto un altro ostacolo: un enorme crepaccio all’apparenza insormontabile che ha costretto Alex e compagni a immaginare, studiare e realizzare un itinerario alternativo per salire alla vetta. Il tentativo di arrivare in cima si è però fermato a 7050 metri slm, quota alla quale gli alpinisti sono stati costretti a rinunciare alla vetta in seguito a un ulteriore peggioramento delle condizioni.

“È un peccato non essere riusciti a raggiungere la vetta, ma sono rimasto molto soddisfatto dal clima di questi due mesi di convivenza e dal team. Abbiamo realizzato un grande lavoro di squadra e ognuno ha fatto la sua parte per cercare di raggiungere l’obiettivo” il commento di Alex al rientro dalla spedizione.

2021/2022, una nuova strategia

Una volta atterrato in Nepal Alex si ricongiungerà a Simone Moro, che già da qualche giorno si trova nella terra delle grandi montagne. L’obiettivo dei due è raggiungere il campo base entro il 21 dicembre, per poi allestirlo entro il giorno seguente. In questo modo potranno essere operativi fin dai primi giorni della stagione. La speranza è quella di avere maggiori finestre di bel tempo rispetto allo scorso anno. Inoltre il team di questa nuova spedizione sarà più piccolo, così da poter essere più veloci e flessibili, soprattutto quando si tratterà di prendere decisioni relative alla scalata. Inoltre Alex vorrebbe compiere la salita non seguendo la via normale, ma completando la variante aperta durante il precedente tentativo, così da evitare interferenze con un’altra spedizione di tipo commerciale presente sulla montagna.

Info: www.ferrino.it

Manaslu Campo Base, 2021

Manaslu Campo Base, 2021

Visualizza la traduzione in / This post is also available in English