Jenny Lavarda, l’allenamento, le gare e i materiali Ferrino e DMM

“Arrampicata, arrampicata e ancora arrampicata. Dopo l’ultima tappa della Ice World Cup in Romania non ho avuto neanche il tempo di gustarmi la vittoria: il giorno dopo avevo già ripreso con gli allenamenti per le gare di arrampicata sportiva… Così, archiviati picche e ramponi, tirate fuori scarpette e magnesio, ho cominciato a tirare e a caricare come una iena sul pannello, dal mattino alla sera…

Dopo tre mesi che non toccavo le mie tanto adorate prese, la prima settimana è stata proprio dura. Soprattutto per recuperare la forza sulle dita. Ma ora va alla grande! Sono veramente molto motivata quest’anno, e ho davvero tanta carica e tanta voglia di allenarmi.

In quest’ultimo periodo sto impegnadomi a “muerte” per allenarmi il più possibile, perché le gare che mi interessano iniziano tardi. Infatti, gareggerò soprattutto nella Coppa del mondo di Difficoltà che inizia a maggio… anche se per me il culmine arriverà a settembre con il mondiale in Spagna, dove spero di arrivare con la forma giusta.

Tra un allenamento e l’altro, però, ho trovato anche il tempo per fare qualche considerazione sul materiale che quest’inverno la Ferrino mi ha dato da testare. D’altra parte chi come me ha la passione per l’arrampicata e la montagna sa quanto siano importanti i materiali e l’attrezzatura nel nostro sport.

Dunque, posso affermare che mi sono trovata molto bene con gli zaini Ferrino. Soprattutto con lo zaino da soccorso Heli Rescue: è comodo quando devi infilarci picche e scarponi, poi quando lo apri hai tutto a portata di mano. Davvero bello e comodo!

Ma per una patita dell’arrampicata come me la vera rivelazione sono stati i rinvii DMM: una vera bomba. Sono versatili, tanto che sono ottimi anche per il “misto”, ma soprattutto sono rimasta impressionata dalla loro leggerezza. Non esagero se dico che forse sono i più bei rinvii che abbia mai utilizzato in tutti questi anni.

In generale ho trovato fenomenale la qualità di prodotti Ferrino. Non c’è una cosa che non mi piaccia… Anche il crash pad della DMM è una bomba: comodo, molto grande, veramente bello e di ottima qualità. Però la cosa che più mi è piaciuta, tanto che me ne sono innamorata, sono i leggerissimi rinvii DMM: ora si che mi diverto a scalare a vista senza il inutili pesi che mi tirano giù!”

Jenny Lavarda è un atleta del Technical Team Ferrino.