Arc’teryx Alpine Academy 2015

14392

Nonostante le condizioni meteorologiche di sole, pioggia, neve, tuoni e fulmini a Chamonix durante il quarto Arc’teryx Alpine Academy, l’evento è stato un grande successo, con tutti i 50 ‘clinics’ e seminari che si sono svolti regolarmente. 340 partecipanti provenienti da 25 paesi, 80 guide alpine e atleti internazionali Arc’teryx si sono riuniti per condividere le loro capacità alpinistiche, l’entusiasmo e la passione per la montagna nella bella regione dell’Alta Savoia.

La maggior parte dei ‘clinics’ – i lezioni d’arrampicata e alpinismo – si è svolta sabato e domenica, tranne quelli di bivacco in parete e di fotografia notturna che si sono svolti venerdì notte. Con tempo movimentato sabato e domenica, la visibilità era ridotta, ma per fortuna non è mai piovuto e i clinics d’arrampicata in valle si sono potuti svolgere regolarmente.

La grande varietà dei 20 diversi tipi clinic è il motivo del grande successo del Arc’teryx Alpine Academy – a poche ore della messa online delle prenotazioni era tutto sold-out). Gli alpinisti aspiranti potevano scegliere di partecipare ad una grande varietà di attività – tra cui sci alpinismo, progressione su ghiacciaio, big wall, fotografia notturna, bivacchi in parete, corsi per donne, arrampicata su ghiaccio, tecniche di arrampicata, primo soccorso in montagna, dry tooling e arrampicata trad. L’idea trainante che sta dietro all’ Arc’teryx Alpine Academy è che la gente impara dalle guide alpine ed i migliori atleti al mondo.

Sabato sera è stato un grande successo, come sempre quando circa 400 persone hanno visto i film proiettati nella funivia dell’Aiguille du Midi. La serata è stata ospitata da due atleti Arc’teryx, l’inglese Mina Leslie-Wujastyk e la svizzera Nina Caprez che ha raccontato la sua esperienza sulla via Orbayu. La serata è proseguita con dei ottimi cortometraggi, tra cui la presentazione dell’arrampicata a Beluga di Paul McSorley, Frozen Titans di Will Gadd e i recenti successi in Patagonia di Marc-Andre Leclerc e Brett Harringto. Vanessa Francois e Liv Sansoz hanno presentato la loro storia Cosmic Bivy mentre Eric Lason ha illustrato la sua spedizione al Polo Nord senza aiuti esterni. E’ stato facile provare l’emozione, la dedizione e anche l’orgoglio provato dagli atleti mentre raccontavano le loro storie: il silenzio prima, gli applausi poi hanno accolto le lotte ed i successi di ogni atleta.

Domenica ha segnato la fine del Academy 2015. L’evento è stato un grande successo con oltre 340 partecipanti che hanno frequentano più di 50 clinics e seminari durante il fine settimana. Inoltre, la giornata dedicata alla pulizia della montagna è stata un’ottimo inizio dell’evento e ha mostrato ancora una volta quanto la gente ci tiene a trovare la montagna pulita.

Visualizza la traduzione in / This post is also available in English